Finanziamento approvato dal Comune, 189mila euro per il Red: nei prossimi giorni 85 biscegliesi al lavoro

red

Con il “Reddito di dignità regionale e politiche per l’inclusione sociale attiva”, la Regione Puglia ha inteso promuovere una strategia organica di contrasto al disagio socioeconomico, alle povertà e all’emarginazione sociale, attraverso l’attivazione di interventi integrati per l’inclusione sociale attiva.

ll Reddito di dignità (Red) è una misura di integrazione del reddito, considerata come strumento di contrasto alla povertà assoluta e un programma di inserimento sociale e lavorativo in cui l’indennità economica è accompagnata da un patto di inclusione sociale attiva che il nucleo familiare beneficiario, attraverso un suo componente, stipula con i servizi sociali locali, il cui rispetto è condizione per la fruizione del beneficio.

Il Reddito di dignità regionale, riconosciuto per un periodo limitato e predeterminato, ai beneficiari selezionati sulla base di una valutazione dei bisogni e che abbiano sottoscritto il patto di inclusione sociale attiva, comprende: - una indennità economica nella forma di integrazione al reddito; - un programma di inclusione sociale e lavorativa, sotto forma di tirocinio di orientamento, formazione e inserimento finalizzato all’inclusione sociale e all’autonomia delle persone, ovvero al lavoro di cura in favore del proprio nucleo familiare; - l’accesso a opportunità formative; - un programma di prestazioni sociali a sostegno delle funzioni educative e genitoriali nei confronti dei minori e della cura per i familiari in condizioni di non autosufficienza. Il Comune di Bisceglie ha promosso una serie di iniziative di informazione e sostegno ai cittadini che hanno chiesto l’accesso a questa forma di intervento.

La fase istruttoria si è conclusa con l’approvazione degli importi dei benefici economici pari a 188.800,00 euro concessi ai richiedenti la cui domanda sia risultata ammessa.

Dunque 85 cittadini biscegliesi inizieranno nei prossimi giorni una esperienza lavorativa di tirocinio di durata fino ad un anno ricevendo il beneficio economico sulla propria “Carta Acquisti”.

“Sono particolarmente soddisfatto per la conclusione positiva di questa ulteriore iniziativa di contrasto al disagio socioeconomico, alle povertà e all’emarginazione sociale - ha dichiarato il V.Sindaco Fata - promossa dalla Regione Puglia e gestita in maniera esemplare dalla nostra Amministrazione Comunale. Ringrazio in particolare lo sportello lavoro, l’ufficio servizi sociali e l’area di staff che hanno contribuito a realizzare questa iniziativa che non si ferma qui ma che continuerà, consentendo ad altri cittadini richiedenti di accedere ai benefici”.

Data: 25/09/2017 Ultima modifica: Lun, 25/09/2017 - 12:46