La Regione Puglia approva il Piano per la Tutela dei beni paesaggistici comunali adottato dal Comune

Regione

Con la delibera n. 381/2017 la Giunta Regionale ha approvato definitivamente la variante al PRG per adeguare lo stesso al Piano Territoriale Tematico Paesaggistico. La Giunta Regionale ha espresso parere favorevole alla proposta adottata dal Consiglio Comunale e integrata dalle osservazioni presentate dai cittadini e dalle associazioni.
Le nuove norme di tutela dei beni paesaggistici comunali, basate su un approfondito studio degli aspetti geomorfologici, vegetazionali, e storico insediativi del territorio, individuano e disciplinano sia il sistema “paesaggistico-ambientale” che quello “storico-culturale” di Bisceglie con la finalità di favorire la sostenibilità dello sviluppo del territorio comunale attraverso la promozione di regole volte ad assicurare:
• il buon funzionamento dei cicli biologici della natura, mediante la conservazione, la valorizzazione e la riqualificazione delle componenti naturali antropiche esistenti ovvero l’introduzione sostenibile e compatibile del nuovo nel tempo,
• la conservazione, il rinnovamento e la valorizzazione della identità culturale del territorio comunale , attraverso la valorizzazione, la riqualificazione e l’utilizzo compatibile delle strutture, dei segni e delle testimonianze che rendono riconoscibile il territorio e lo qualificano in senso culturale

“ La Regione Puglia ha approvato definitivamente il nostro piano di tutela dei beni paesaggistici comunali. Una vera e propria rivoluzione copernicana voluta dalla mia Amministrazione Comunale – spiega il sindaco Spina – che, liberata definitivamente da vecchie logiche politiche, ha avuto il coraggio di adottare un atto che servirà a consegnare ai nostri figli e alle future generazioni una città in cui l’identità storico-artistico-culturale e la morfologia della natura con le sue caratteristiche ambientali diventino il fulcro di ogni progetto futuro di sviluppo della comunità”.
“Tutela dell’agro, dei casali, dei ciottoli e della morfologia delle coste, unitamente alla preservazione e al recupero funzionale in senso sociale dei beni culturali della città rappresentano fin dall’inizio del mio primo mandato di sindaco un obiettivo essenziale della mia azione politico amministrativa. Anche come Presidente della Provincia ho avuto l’onore di definire e approvare l’adeguamento del Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia di Barletta - Andria - Trani al Piano Paesaggistico Territoriale Regionale uno strumento fondamentale per il rispetto dell’ambiente e dei beni paesaggistici del territorio, considerati non come ostacolo all’espansione cementizia del territorio ma quale straordinaria opportunità di valorizzazione delle naturali ricchezze della Provincia. Stiamo monitorando costantemente l’acqua che beviamo, l’aria che respiriamo e il nostro mare,abbiamo realizzato opere di efficientamento dei sistemi di depurazione e di bonifica dall’amianto delle vecchie condutture degli impianti fognari. Ora occorre lavorare tutti quanti insieme per rafforzare la cultura del rispetto dell’ambiente e della salute dei cittadini con norme urbanistiche chiare e che tengano lontane dalla città idee speculative di tipo ”inceneritoristico” e di cattiva e aggressiva edilizia privata. Un plauso alla Ripartizione Tecnica del Comune per la professionalità e l’impegno profuso per il raggiungimento di questo obiettivo. Con la approvazione da parte della Giunta Regionale dell’adeguamento del PRG, entrano definitivamente in vigore queste fondamentali norme di tutela di valori importanti per la crescita civile e democratica della nostra comunità e delle future generazioni.” Ha concluso il Sindaco Spina.

Data: 31/03/2017 Ultima modifica: Gio, 06/04/2017 - 11:54