Una visione sostenibile del futuro di Bisceglie: costa, reti ecologiche e infrastrutture verdi

fata
Un altro passo verso la valorizzazione del patrimonio ambientale e naturalistico della città di Bisceglie, inserita in un contesto di area vasta che dialoga lungo la costa con Molfetta e nell’agro con Ruvo, Corato e il Parco dell’Alta Murgia.
È stato sottoscritto questa mattina, tra i Comuni di Bisceglie e Molfetta e Legambiente - Comitato Regionale Pugliese, il Protocollo di intesa per la definizione e l’esecuzione di un programma integrato di interventi ed azioni per la tutela, il recupero e la valorizzazione della fascia costiera Bisceglie-Molfetta in attuazione del PPTR.
Obiettivo primario, accanto alla tutela delle emergenze naturalistiche, la definizione e l’attuazione di strumenti di governo del territorio coerenti con gli scenari locali e regionali di valorizzazione del patrimonio ambientale, paesaggistico e culturale locale, attraverso azioni volte a conseguire i seguenti obiettivi: assicurare la conservazione degli ecosistemi naturali, della flora e della fauna marina e terrestre e la tutela della biodiversità; contrastare il consumo di suolo; promuovere ed incentivare attività produttive agricole sostenibili e conformi ai disciplinari per l'agricoltura biologica; promuovere ed implementare forme di gestione sostenibile delle risorse idriche; promuovere ed implementare forme di gestione sostenibile di reflui, scarichi e rifiuti; promuovere ed implementare forme di mobilità dolce, compatibili con le peculiarità dell'area; garantire la partecipazione nel processo di definizione delle politiche e degli strumenti di governo del territorio; garantire l'accesso alle informazioni ambientali ed ai progetti incidenti sull’ambito territoriale.
La sottoscrizione del Protocollo e dei Documenti di condivisione estesi al partenariato economico e sociale è propedeutica alla presentazione di proposte di candidatura, messe a punto dagli uffici della Ripartizione Tecnica del Comune di Bisceglie, a valere sul Bando pubblico regionale emesso dal Dirigente Sezione Tutela e Valorizzazione del Paesaggio della Regione Puglia che, attraverso il POR PUGLIA 2014-2020 - Asse VI – Azione 6.6 – Sub-Azione 6.6.a – “Interventi per la tutela e la valorizzazione di aree di attrazione naturale”, finanzierà tre filoni specifici di proposte: 1) Realizzazione di progetti di infrastrutture verdi; 2) Riqualificazione integrata dei paesaggi costieri; 3) Realizzazione di progetti per la Rete Ecologica Regionale.
Tre proposte (Paesaggi Costieri - Valorizzazione e riqualificazione integrata dell’area di Pantano-Ripalta, Rete Ecologica Regionale – Interventi per la tutela e la valorizzazione della Lama Santa Croce, e Valorizzazione e riqualificazione dell’area dell’ex depuratore di Bisceglie in località Carrara Pantano - Infrastrutture Verdi - Patto Città - Campagna) che prefigurano interventi lungo gli ambiti sottoposti a vincolo di tutela ambientale che si sviluppano sia parallelamente alla costa in località Pantano-Ripalta - con una visione estesa all’area vasta dell’oasi Torre Calderina - sia lungo la lama S. Croce - intesa a valorizzare l’asse Murgia-Mare, sia infine con un intervento puntuale inteso a minimizzazione dell’impatto paesaggistico negativo dell’area dell’Ex Depuratore.
 
 
Data: 05/06/2018 Ultima modifica: Ven, 08/06/2018 - 10:04