L'ingiunzione fiscale e la rottamazione. Regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento

L' ingiunzione fiscale e la rottamazione

 

L’articolo 6-ter introdotto in sede di conversione del Dl 193/2016 ha previsto la definizione agevolata delle entrate regionali e degli enti locali.
Tuttavia l’attuazione della norma è demandata a un Provvedimento che gli enti territoriali possono emanare entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione. Il  decreto legge fiscale 193 e diventato legge 1° dicembre 2016, n. 225 ed è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale  n. 282 del 2 dicembre, supplemento ordinario n. 53 .
L’articolo disciplina la facoltà delle regioni e degli enti locali di definizione agevolata delle proprie entrate non riscosse, che siano state oggetto di provvedimenti di ingiunzione fiscale, notificate nel periodo compreso fra il 2000 ed il 2016 sia direttamente  dall’ente territoriale ovvero da un concessionario incaricato della riscossione.
L’eventuale definizione agevolata consiste nell’esclusione delle sanzioni relative alle entrate e deve essere attuata con i medesimi atti e  procedure con cui gli enti territoriali disciplinano (per gli aspetti di propria competenza) le medesime entrate.

La definizione agevolata delle entrate tributarie non riscosse a seguito della notifica delle ingiunzioni notificate dal 2000 al 2016 è stata delineata mediante l'adozione della delibera di Consiglio Comunale n. 5 del 30.01.2017 con annesso regolamento.

La definizione agevolata è prevista per le entrate tributarie non riscosse a seguito di ingiunzioni fiscali emesse dai concessionari Gestor spa - Tributi italia spa - Cerin srl - Andreani Tributi srl per le seguenti entrate comunali: Tarsu - tassa sui rifiuti/ Ipc - Imposta di pubblicità / Dpa - diritti di pubblica affissione / Tosap - tassa occupazione suolo pubblico / Canone di posteggio.

 

Adempimenti

SCADENZA:

Il debitore presenta al Comune apposita istanza entro il 01 giugno 2017 a pena di decadenza.

 

 

Tempi

Vedi Regolamento allegato

Settore di riferimento

Servizio Entrate Tributarie e Patrimoniali

Sede

Via G. Galilei 12 76011 Bisceglie

Personale addetto

- Cosmai Giovanna

- Porcelli Giuseppe

- Musci Angela

- Di Reda Lucia

- Lusco Domenico

- Anelli Fabio

- Veneziani Rosalba

Orari

- lunedì /martedì/giovedì/venerdì dalle ore 08:30 al 12:30

Orario Pomeridiano: giovedì dalle ore 15:30 alle ore 17:00

 

== NEWS: Limitatamente al periodo dal 19.06.2017 al 01.09.2017 saranno rispettati i seguenti orari:

- lunedi / giovedi / venerdi dalle ore 8:30 alle ore 12.30

- martedi dalle ore 8:30 alle ore 13:00

orario pomeridiano: martedi dalle ore 15,30 alle ore 18,00

Livello di informatizzazione

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta allerogazione del servizio

Tempi di attivazione del servizio online

Non appena possibile, in base alle disponibilità di bilancio, alle limitazioni imposte dalla spending review e a quelle necessarie per rispettare il patto di stabilità, verrà quantificato il tempo necessario per l'attivazione del servizio on line del presente procedimento.

Allegati

Delibera di C.C. n. 5 del 30.01.21017: Approvazione del regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento

Note: Delibera di C.C. n. 5 del 30.01.21017: Approvazione del regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento

Note: Regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento

Modulistica per le domande di accesso alla definizione agevolata

Note: Modulistica per le domande di accesso alla definizione agevolata

Data di aggiornamento scheda

29/08/2017