Richiesta di riesame atti e provvedimenti amministrativi - autotutela

L' istituto dell' autotutela è il potere della Pubblica Amministrazione di risolvere i conflitti, attuali o potenziali, con altri soggetti, in relazione ai suoi provvedimenti o alle sue pretese, senza necessità di ricorrere al giudice. Al cittadino è data la possibilità di presentare richiesta/istanza di annullamento, revoca o modifica del provvedimento ritenuto dannoso. E’ fatta salva, comunque, la possibilità per lo stesso di ricorrere al giudice.  

Non si tratta, però, di un diritto del cittadino bensì è un potere che spetta alla pubblica amministrazione. La pubblica amministrazione ha il dovere di applicare la legge correttamente e in modo imparziale e quando verifica di aver commesso un errore, danneggiando ingiustamente il cittadino, può annullare il proprio operato e correggere l'errore senza necessità di una decisione del giudice.

Competente per l'annullamento dell'atto illegittimo è lo stesso ufficio che lo ha emanato.

Adempimenti

La richiesta deve essere indirizzata al Servizio Affari Legali ed inoltrata in forma cartacea ovvero a mezzo p.e.c. agli indirizzi resi noti nel sito web dell’Ente

Costi

nessun costo

Settore di riferimento

Servizio Affari Legali

Livello di informatizzazione

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta allerogazione del servizio

Livello di informatizzazione futura

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta allerogazione del servizio

Tempi di attivazione del servizio online

Non appena possibile, in base alle disponibilità di bilancio, alle limitazioni imposte dalla spending review e a quelle necessarie per rispettare il patto di stabilità, verrà quantificato il tempo necessario per l'attivazione del servizio on line del presente procedimento.

Data di aggiornamento scheda

19/08/2013