SCIA Agriturismo

In Puglia l’attività agrituristica è regolata dalla legge regionale 13 DICEMBRE 2013, n. 42 e dal D.G.R. n. 1399 del 27.06.2014. L’imprenditore, per poter esercitare le attività agrituristiche, deve essere iscritto all’elenco degli operatori agrituristici per il Comune di competenza. Per farlo, deve presentare al Comune una domanda che includa la descrizione dettagliata delle attività che si intende svolgere nell’agriturismo e i requisiti che rendono possibile lo svolgimento di tali attività. L’iscrizione all’elenco è poi decisa da una Commissione regionale appositamente istituita. Se la richiesta viene accettata, il Presidente della Giunta regionale rilascia un certificato di operatore agrituristico attestante le attività consentite e i limiti e le modalità di esercizio delle attività stesse.

 

Possono farne richiesta i soggetti in possesso dei seguenti requisiti oggettivi:

 

  • Età non inferiore ai 18 anni;
  • titolare conduttore di azienda agricola iscritta al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura e con fascicolo aziendale aggiornato e validato (nel caso di società, legale rappresentante ovvero soggetto cui sono stati conferiti i poteri di rappresentanza della società che conduce un'azienda agricola come innanzi definita);
  • non aver riportato, nell'ultimo triennio, con sentenza passata in giudicato, condanna per uno dei delitti previsti dagli articoli 442, 444, 513, 515 e 517 del codice penale, o per uno dei delitti in materia di igiene e sanità o di frode nella preparazione degli alimenti previsti da leggi speciali, non essere stati sottoposti a misure di prevenzione ai sensi del D.Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 13 agosto 2010 n. 136), non essere stati dichiarati delinquenti abituali, salvo che non abbia ottenuto la riabilitazione.

Adempimenti

I soggetti interessati devono presentare domanda al Sindaco del Comune nel cui territorio sono ubicati i fabbricati aziendali che si intendono utilizzare per attività agrituristica. Copia della sola domanda deve essere inviata anche all'Amministrazione provinciale competente.

La domanda deve essere presentata utilizzando esclusivamente la modulistica di cui all'Allegato B della Determinazione Dirigenziale n.268/2014 e deve essere obbligatoriamente corredata dai seguenti documenti:

  • copia documento di identità del richiedente in corso di validità;
  • copia del fascicolo aziendale aggiornato e validato dal CAA;
  • planimetria generale firmata dal libero professionista abilitato e dal richiedente dell'intera superficie aziendale condotta con riferimenti catastali;
  • elaborato grafico firmato dal libero professionista abilitato e dal richiedente riportante tutti i fabbricati aziendali esistenti con la destinazione d'uso attuale;
  • elaborato grafico di progetto firmato dal libero professionista abilitato e dal richiedente riportante utilizzazione agricola, agrituristica e uso diretto dell'imprenditore);
  • relazione tecnico-agronomica firmata da tecnico agricolo abilitato e dal richiedente;
  • autorizzazione del proprietario/comproprietario/titolare di altro diritto reale ad esercitare nell'azienda l'attività agrituristica prevista ed a realizzare gli interventi previsti in progetto, ove pertinente.

Costi

Istanza in marca da bollo da € 16,00.

Tempi

Entro 60 giorni dalla data di acquisizione di tutta la documentazione prevista a corredo della domanda, il Comune, a seguito dell'istruttoria, provvede, ai sensi di quanto stabilito nella L.R. 42/2013 e nella D.G.R. n.1399/2014, a trasmettere alla Provincia competente le proprie determinazioni, dandone contestuale comunicazione al richiedente.

Entro 30 giorni dalla data di ricevimento delle determinazioni del Comune, l'Amministrazione provinciale competente,  previa verifica di conformità  ai  parametri stabiliti  al comma 3  dell'art. 4,  provvede all'iscrizione nell'elenco provinciale degli operatori agrituristici e all'invio del certificato di iscrizione all'azienda interessata e al Comune di competenza.

Nel caso in cui il Comune entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda o dalla data di perfezionamento della documentazione di rito a corredo della stessa, non provvede a comunicare al richiedente la conclusione dell'istruttoria, lo stesso può richiedere alla Provincia competente l'iscrizione nell'elenco. In tal caso, entro 30 giorni la Provincia competente deve procedere all'istruttoria della domanda e a comunicare le proprie determinazioni.

Settore di riferimento

Sportello Unico Attività Produttive

Dirigente

Rosanna Galantino
0803950468
ufficio.ps@comune.bisceglie.bt.it

Sede

via Prof. Mauro Terlizzi 20 76011 Bisceglie

Personale addetto

Dott.ssa Rosanna GALANTINO

Sig. ra Isabella ALTOBELLO

Sig. Toni COLANGELO

 

Orari

Tutti i giorni, dal Lunedì al venerdì dalle ore 08,30 alle ore 12,30 e il Martedì e Giovedì pomeriggio dalle ore 15,30 alle ore 17,00.

Livello di informatizzazione

Esecuzione transazione. Possibile eseguire on-line l'intero procedimento che porta all'erogazione del servizio, compresi eventuali pagamenti, notifiche e consegne

Livello di informatizzazione futura

Esecuzione transazione. Possibile eseguire on-line l'intero procedimento che porta all'erogazione del servizio, compresi eventuali pagamenti, notifiche e consegne

Tempi di attivazione del servizio online

Servizio disponibile.

Data di aggiornamento scheda

08/01/2019