SCIA Pubblico esercizio

Per somministrazione all’interno di pubblici esercizi si intende la vendita per il consumo sul posto di alimenti e bevande sia all’interno dei locali dell’esercizio sia in un’area attrezzata aperta al pubblico (che può essere su suolo privato o pubblico).

Per pubblici esercizi si intendono ad esempio bar, tavole fredde, ristoranti.

Rientrano in questa area le attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, anche in forma stagionale o temporanea e somministrazione di alimenti e bevande in esercizi non aperti al pubblico (mense aziendali, spacci, amministrazioni, enti e scuole) e presso il domicilio del consumatore.

Requisiti

- requisiti morali soggettivi e assenza di condizioni ostative (antimafia)

- per quanto riguarda i locali dell'esercizio: rispetto delle norme urbanistiche ed edilizie, dei regolamenti di polizia urbana, annonaria e igienico sanitaria;

- uno dei requisiti professionali previsti dall’art. 71 del D.lgs  26.03.2010 n° 59, ossia:

-  aver frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli  alimenti  istituito o riconosciuto dalla Regione Puglia;

- avere esercitato in proprio, per almeno due anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente attività d’impresa nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande o aver prestato la propria opera o alla preparazione degli alimenti o in qualità di socio lavoratore o in altre posizioni equivalenti o, se trattasi di coniuge o parente o affine, entro il terzo grado all’imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dall’iscrizione all’INPS.

- essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purché nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti.

Sia per le imprese individuali che in caso di società, associazioni od organismi collettivi, i requisiti professionali devono essere posseduti dal titolare o legale rappresentante, ovvero, in alternativa, dall’eventuale persona preposta all’attività commerciale

Adempimenti

La presentazione della SCIA costituisce titolo necessario per intraprendere con decorrenza immediata l’esercizio dell’attività.

Il Comune dispone di sessanta giorni, dalla data di presentazione della SCIA, per adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli effetti dannosi della stessa, salvo che l'interessato, ove sia possibile, provveda a conformare l'attività alla normativa vigente entro un termine, non inferiore a trenta giorni, fissato dal Comune stesso.

Il Comune, tuttavia, ha la facoltà di assumere provvedimenti inibitori in autotutela con effetto immediato e può, altresì, adottare sempre ed in ogni tempo provvedimenti inibitori all'esercizio dell'attività in caso di dichiarazioni o attestazioni mendaci da parte degli interessati, ferma restando la denuncia all'Autorità giudiziaria per i profili di natura penale.

Il Comune di BISCEGLIE svolge le funzioni di Sportello Unico per Attività produttive avvalendosi del supporto della CCIAA DI BARI, nel rispetto dell'art.4, comma 10-12 del D.P.R. 160/2010.
Nel portale www.impresainungiorno.it è possibile consultare l'elenco dei procedimenti di competenza del SUAP, e dunque compilare, firmare e inviare una pratica per l'avvio o l'esercizio di un'attività nel territorio del Comune.

Costi

Nessun costo per il cittadino

Tempi

La presentazione della SCIA costituisce titolo necessario per intraprendere con decorrenza immediata l’esercizio dell’attività.

Il Comune dispone di sessanta giorni, dalla data di presentazione della SCIA, per adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli effetti dannosi della stessa, salvo che l'interessato, ove sia possibile, provveda a conformare l'attività alla normativa vigente entro un termine, non inferiore a trenta giorni, fissato dal Comune stesso.

Il Comune, tuttavia, ha la facoltà di assumere provvedimenti inibitori in autotutela con effetto immediato e può, altresì, adottare sempre ed in ogni tempo provvedimenti inibitori all'esercizio dell'attività in caso di dichiarazioni o attestazioni mendaci da parte degli interessati, ferma restando la denuncia all'Autorità giudiziaria per i profili di natura penale.

Settore di riferimento

Sportello Unico Attività Produttive

Dirigente

Rosanna Galantino
0803950468
ufficio.ps@comune.bisceglie.bt.it

Sede

via Prof. Mauro Terlizzi 20 76011 Bisceglie

Personale addetto

Dott.ssa Rosanna GALANTINO

Sig. ra Isabella ALTOBELLO

Sig. Toni COLANGELO

 

Livello di informatizzazione

Esecuzione transazione. Possibile eseguire on-line l'intero procedimento che porta all'erogazione del servizio, compresi eventuali pagamenti, notifiche e consegne

Livello di informatizzazione futura

Esecuzione transazione. Possibile eseguire on-line l'intero procedimento che porta all'erogazione del servizio, compresi eventuali pagamenti, notifiche e consegne

Tempi di attivazione del servizio online

Servizio disponibile.

Data di aggiornamento scheda

02/07/2019