Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (tres o tares).

La TARES ("Tassa Rifiuti E Servizi", o anche TRES) è un'imposta in tema di gestione dei rifiuti introdotta dal Decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201 (c.d. "decreto salva italia") e convertita con Legge 22 dicembre 2011 n. 214, in sostituzione della Tariffa di igiene ambientale (TIA) e Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU).

Il nuovo tributo è in vigore dal 1º gennaio 2013 e consiste in un'imposta basata sulla superficie dell'immobile di riferimento, che ha come obiettivo la copertura economica per intero del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti del comune.La Tares interessa chiunque possieda o detenga locali suscettibili di produrre rifiuti, ma peserà in modo particolare sulle famiglie numerose e sulle imprese. Il pagamento delle quattro rate annuali (gennaio, aprile, luglio,ottobre), che doveva iniziare a gennaio 2013, è slittato, secondo un emendamento alle legge di stabilità, prima ad aprile ed in seguito a luglio 2013 ex art. 1 bis del D.L. 1/2013, salvo delibera comunale per diversa disposizione.

La Tares è a composizione binomia e rispetterà due nuovi parametri che ne aggraveranno il peso sulle tasche dei contribuenti.
In primis la Tares dovrà coprire il 100% del costo del servizio sostenuto dai comuni. A questo si aggiunge il fatto che la Tares dovrà finanziare anche i “servizi indivisibili” forniti dall’ente locale come l’illuminazione pubblica, la manutenzione delle strade, la polizia locale, le aree verdi.

 

Adempimenti

I soggetti passivi del tributo presentano la dichiarazione entro il termine stabilito dal comune nel regolamento, fissato in relazione alla data di inizio del possesso, dell'occupazione o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili a tributo. Nel caso di occupazione in comune di un fabbricato, la dichiarazione può essere presentata anche da uno solo degli occupanti.

La dichiarazione, redatta su modello messo a disposizione dal comune, ha effetto anche per gli anni successivi semprechè non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo; in tal caso, la dichiarazione va presentata entro il termine stabilito dal comune nel regolamento.

Costi

Il Consiglio Comunale deve approvare le tariffe del tributo entro il termine fissato da norme statali per l'approvazione  del bilancio di previsione, in conformità al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, redatto dal soggetto che svolge il servizio stesso ed approvato dall'autorità competente.

 

Tempi

Il versamento del tributo comunale per l'anno di riferimento è effettuato, in mancanza di diversa deliberazione comunale, in quattro rate trimestrali, scadenti nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre, mediante bollettino di conto corrente postale ovvero modello di pagamento unificato. E' consentito il pagamento in unica soluzione entro il mese di giugno di ciascun anno.

Per l'anno 2013 il Commissario Straordinario, con delibera n. 55 dell'08/05/2013, ha adottato il seguente provvedimento:

"Determinazione termini di versamento tares anno 2013". 

Destinatari

Il soggetto passivo è colui che possiede, occupa o detiene locali o aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti, con vincolo di solidarietà tra i componenti il nucleo familiare o tra coloro che usano in comune i locali.

Segnalazioni sul servizio

Settore di riferimento

Servizio Entrate Tributarie e Patrimoniali

Ufficio di riferimento

Ufficio T.A.R.E.S.

Responsabile ufficio

Giovanna Cosmai
0803950560
fiscalita_locale@comune.bisceglie.bt.it

Personale addetto

Dott.ssa Giovanna Cosmai - 080 3950560

Porcelli Giuseppe - 080 3950566

Squiccimarro Rita - 080 3950564

Musci Angela - 080 3950563

Anelli Fabio - 080 3950569

Orari

- Dal lunedi al venerdi dalle ore 8,30 alle ore 12,30

- martedi e giovedi dalle ore 15,30 alle ore 17,00

Livello di informatizzazione

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta allerogazione del servizio

Livello di informatizzazione futura

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta allerogazione del servizio

Tempi di attivazione del servizio online

Non appena possibile, in base alle disponibilità di bilancio, alle limitazioni imposte dalla spending review e a quelle necessarie per rispettare il patto di stabilità, verrà quantificato il tempo necessario per l'attivazione del servizio on line del presente procedimento.

Data di aggiornamento scheda

04/10/2013