Bandiera a mezz’asta fuori all’ospedale di Bisceglie e minuto di raccoglimento delle Autorità

cerimonia coronavirus 31 marzo 2020

Stamattina alle 12 nel piazzale dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Bisceglie, Covid Hospital di riferimento del territorio, si è tenuta cerimonia breve e riservata promossa dal Comune di Bisceglie in collaborazione con la Prefettura di Barletta Andria Trani e d’intesa con la Direzione della Asl Bt per ricordare le vittime del coronavirus e onorare il sacrificio e l'impegno degli operatori sanitari, alcuni dei quali simbolicamente presenti sul piazzale del nosocomio. 
Il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, il Vescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, Don Leonardo D’Ascenzo, e il Direttore Generale della Asl Bt, Alessandro Delle Donne, il Direttore Sanitario dell’ospedale di Bisceglie, Andrea Sinigaglia, il Referente della Protezione Civile della Bat, Gianni De Trizio, alla presenza dei rappresentanti di Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Polizia Locale e associazioni di volontariato di Protezione Civile, hanno reso sentito e partecipato omaggio alle vittime della pandemia.
Raccogliendo l’invito dell’Anci, la bandiera italiana, con la benedizione del Vescovo Don Leonardo D’Ascenzo, è stata tenuta a mezz’asta nel piazzale dell’ospedale, in segno di cordoglio e vicinanza alle famiglie delle vittime. Le struggenti note del “Silenzio” hanno preceduto il minuto di raccoglimento.
“Abbiamo voluto far sentire, a nome dell’intera Comunità biscegliese, la nostra forte vicinanza e gratitudine a chi ogni giorno sta mettendo in pericolo la propria vita per salvare quella degli altri, con impegno, senso del dovere e grande professionalità”, ha sottolineato il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “E abbiamo rivolto un pensiero a chi non ce l’ha fatta in questa dura battaglia contro un mostro invisibile e pericoloso, abbracciando idealmente i loro cari”.
“È stato un momento toccante e commovente”, ha dichiarato Alessandro Delle Donne, Direttore Generale Asl Bt. “Il nostro pensiero va alle persone che non ce l'hanno fatta e alle loro famiglie, ai pazienti ora ricoverato. Il nostro plauso sentito e profondo va agli operatori sanitari che stanno operando sul territorio senza sosta, senza stanchezza, ma con abnegazione e spirito di solidarietà e collaborazione”.
 

Data: 31/03/2020 Ultima modifica: Mer, 01/04/2020 - 11:17