Deiezioni canine, ordinanza del Sindaco Angarano stabilisce ulteriori obblighi

deiezioni canine

Il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, ha stabilito l’obbligo rivolto a tutti i detentori/conduttori a qualsiasi titolo di cani, anche se incaricati temporaneamente della loro custodia, di pulire immediatamente le deiezioni solide e liquide prodotte dai cani condotti su tutte le aree pubbliche o ad uso pubblico e di portare con sé sacchetti o palette per l’immediata rimozione delle feci oltre a un contenitore con acqua senza aggiunta di sostanze chimiche o altri detergenti per l’immediata pulizia delle urine. Chi non osserverà le disposizioni rischierà di incorrere, secondo la Legge n. 689/81, in una sanzione amministrativa da 100 a 300 euro. Il provvedimento rafforza l’art. 41 del vigente regolamento di polizia urbana, che non prevedeva espressamente l’obbligo né di essere muniti di attrezzatura per la rimozione o diluizione delle deiezioni liquide dei cani né tantomeno l’obbligo di immediata pulizia delle deiezioni liquide. L’ordinanza non si applica ai non vedenti accompagnati da cani guida.

“L’ordinanza mira a garantire le opportune condizioni igieniche dell’ambiente urbano al fine di migliorarne il decoro e la fruibilità”, ha spiegato il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “Anche in questo caso è una battaglia di civiltà che dobbiamo vincere insieme. Purtroppo, a fronte di tanti cittadini per bene che osservano le regole con educazione, c’è chi non ha senso civico né rispetto verso gli altri e lascia che i propri cani urinino indisturbati non solo per strada, ma anche sui muri di affaccio, soglie di edifici pubblici e privati, manufatti di arredo pubblico. Chi continuerà a farlo sarà multato, al pari degli incivili non rimuovono le feci dei propri cani. In questo senso, abbiamo decisamente aumentato i contenitori appositi per le deiezioni canine sul territorio, sia in centro che in periferia. Non ci sono più alibi per continuare a deturpare la Città. Bisceglie è casa nostra, amiamola e rispettiamola”.

Data: 23/09/2021 Ultima modifica: Gio, 23/09/2021 - 15:42