BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI PER SOSTEGNO ALLE LOCAZIONI - 2020 COVID 19

BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI PER SOSTEGNO ALLE LOCAZIONI - 2020 COVID 19

 

Il Comune di BISCEGLIE, in attuazione della DGR 1427 DEL 22/10/2020.

EMANA

il seguente bando di concorso che stabilisce i requisiti soggettivi dei conduttori di alloggi e disciplina le procedure e le modalità per l’erogazione di contributi per un sostegno alle locazione durante il periiodo del COVID-19.

ARTICOLO 1

BENEFICIARI CONTRIBUTO FITTO PER EMERGENZA COVID

Possono beneficiare dei contributi suddetti i conduttori di alloggi in locazione, titolari di un contratto di locazione ad uso abitativo prima casa regolarmente registrato e non stipulato tra parenti o affini entro il 2° grado.

Il contratto d’affitto deve essere intestato al richiedente o ad un componente maggiorenne convivente con il nucleo familiare, riferirsi ad alloggi siti in Puglia, in locazione sul mercato privato e occupati, a titolo di residenza (esclusiva o principale).

Non sono ammesse richieste di contributo relativamente agli alloggi di edilizia residenziale pubblica locati secondo la normativa regionale.

Per poter beneficiare dei contributi, i richiedenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea. Il cittadino di uno Stato non aderente all’Unione Europea è ammesso se in regola con le vigenti norme in materia di immigrazione e risieda – alla data di pubblicazione del presente bando – da almeno 10 anni sul territorio italiano o da almeno 5 anni nella Regione Puglia, secondo quanto previsto dall’art. 11 comma 13 della legge 6 agosto 2008 n. 133;
  1. residenza anagrafica nel Comune di BISCEGLIE;
  1. titolarità di un contratto di locazione relativo a una unità immobiliare ad uso abitativo primario non inclusa nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9  o con superficie netta interna superiore ai 95 mq, estendibile per i nuclei familiari con più di cinque componenti;
  1. non titolarità, da parte di tutti i componenti il nucleo familiare, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione nell’ambito del territorio provinciale, su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare stesso, secondo la DGR n. 10/2014 (criteri per l'assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica), fatto salvo il caso in cui l'alloggio sia accatastato come inagibile oppure esista un provvedimento del Sindaco che dichiari l’inagibilità ovvero l’inabitabilità dell’alloggio;
  1. non titolarità, da parte di tutti i componenti il nucleo familiare, di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su uno o più beni immobili ubicati in qualsiasi località del territorio nazionale;
  1. non titolarità, da parte di tutti i componenti il nucleo familiare, dell’assegnazione in proprietà, immediata o futura, di alloggio realizzato o recuperato con contributi pubblici, ovvero con finanziamenti agevolati in qualunque forma concessi dallo Stato o da Enti pubblici,;
  1. valore dell'ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) del nucleo familiare, non superiore a € 35.000,00=;
  1. effettivo sostenimento da parte del nucleo familiare - nell'annualità precedente alla presentazione della domanda di contributo - dell'onere relativo al canone di locazione risultante da idonea documentazione (ricevute, bonifici, assegni bancari, dichiarazione del proprietario).
  1. aver subito una riduzione superiore al 20% del reddito complessivo lordo riferito all’intero nucleo familiare

Tale reddito è da computarsi al lordo di qualsiasi trattenuta fiscale e previdenziale e senza l’applicazione di alcun abbattimento ed allo stesso vanno sommati tutti gli emolumenti, indennità, pensioni, sussidi, assegni a qualsiasi titolo percepiti a titolo non occasionale, ivi compresi quelli esenti da tasse e da imposte anche se non soggetti a dichiarazione ai fini fiscali, ovvero se prodotti o percepiti all’estero.

nei mesi di Marzo Aprile e Maggio 2020– anche a seguito dei provvedimenti del governo in ordine all’emergenza epidemiologica da Covid 19 in confronto a Marzo Aprile e Maggio 2019;

  1. riduzione riferita a redditi da lavoro dipendente (licenziamento, riduzione orario di lavoro, cassa integrazione);
  2. riduzione riferita a redditi di lavoro con contratti a tempo determinato di qualsiasi tipologia;
  3. riduzione riferita a redditi da lavoro autonomo/liberi professionisti;
  4. riduzione per “altre motivazioni” da indicare nella domanda;
  1. Non avere liquidità sufficiente per il pagamento dei canoni di locazione e/o degli oneri accessori.

I requisiti suddetti sono dichiarati dall’interessato nella domanda di assegnazione del contributo, redatta sull’apposito modello, ai sensi degli articoli artt. 46 e 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

ARTICOLO 3 CONTRIBUTO TEORICO

Il contributo teorico erogabile è pari alle 3 mensilità dei canoni di locazione di Marzo Aprile e Maggio 2020 per un massimo possibile di € 1.000,00 (mille virgola 00)

Nell’ipotesi in cui il richiedente abbia beneficiato della detrazione d’imposta prevista per le dichiarazioni relative all’anno 2020 dall’articolo 16 comma 1 bis del DPR 22/12/1986 n.917 (Testo unico delle imposte sui redditi), il contributo non potrà essere erogato.

Nell’ipotesi in cui il richiedente abbia beneficiato di contributi concessi dai Servizi sociali per il pagamento dell’affitto, il contributo non potrà essere erogato.

Nell’ipotesi che il richiedente sia percettore del reddito di cittadinanza relativamente all’anno 2020 il contributo non potrà essere erogato.

ARTICOLO 4

MODALITA’ E TERMINI

  1. MODULO STANDARD: La domanda, corredata da fotocopie di tutta la documentazione attestante quanto dichiarato sulla Domanda in autocertificazione, deve essere redatta unicamente sull’apposito modello che potrà essere ritirato presso il Comune di BISCEGLIE. Detti moduli possono altresì essere reperiti sul sito internet del Comune (www.comune.bisceglie.bt.it) - Sezione AVVISI, oppure presso l’Ufficio Servizi Sociali, in Via Prof. M. Terlizzi,20 – Piano terra.

 

  1. TERMINE DI PRESENTAZIONE: La domanda dovrà essere consegnata all’Ufficio Protocollo del Comune in Via Trento n.8, oppure essere inviata a mezzo raccomandata A/R, con allegata una fotocopia di un documento di identità valido di colui che sottoscrive la dichiarazione sostitutiva (farà fede la data impressa nel timbro postale), entro le ore 14,00 del 20 Dicembre 2020 (termine perentorio pena l’esclusione della domanda di contributo).

E’ fatto riserva di poter modificare l’elenco definitivo nei casi di:

  1. Accertata mancanza, da parte dell’Ufficio, di uno o più requisiti essenziali necessari alla collocazione in graduatoria e/o a percepire il contributo, ai sensi del presente bando;
  2. Accertati errori di calcolo, da parte dell’Ufficio, del contributo spettante.

il Comune ai fini dell’ammissibilità a contributo deve:

  • verificare, almeno a campione, l’attendibilità delle dichiarazioni del richiedente anche tramite i servizi sociali o altra struttura comunale demandata;
  • sospendere il richiedente dal beneficio economico, in seguito alla verifica di cui sopra e – nel caso di soggetti non assistiti- sospendere tutte quelle domande che presentino situazioni valutate come inattendibili ai fini del sostentamento familiare;
  • accertare presso le anzidette strutture eventuali erogazioni concesse al medesimo nucleo familiare allo stesso titolo, evitando così duplicazioni contributive.

 

L’esclusione dall’erogazione del contributo, e/o la modifica dell’importo e la conseguente modifica dell’elenco di cui sopra, avverrà mediante comunicazione, con raccomandata

  1. all’interessato concedendo allo stesso i termini per la presentazione di deduzioni scritte e/o documenti.

 

 

Le domande regolarmente presentate, complete dei requisiti di accoglibilità e pervenute secondo le modalità fissate dal presente Bando saranno inserite nell’elenco definitivo comunale redatto in ordine di presentazione;

I contributi saranno erogati ai beneficiari fino ad esaurimento delle risorse disponibili seguendo la Graduatoria redatta solo ed esclusivamente rispettando l’ordine di presentazione della Domanda.

 

SARANNO RESPINTE LE DOMANDE IN MANCANZA ANCHE DI UNO SOLO DEI REQUISITI SOTTO ELENCATI :

  1. prive della firma;
  2. non compilate nelle parti essenziali;
  3. prive della fotocopia del documento di riconoscimento del firmatario in caso di sottoscrizione secondo la normativa vigente.
  4. spedite oltre i termini previsti.

 

ARTICOLO 5 LIQUIDAZIONE

 

La liquidazione del contributo avverrà secondo le modalità richieste dal richiedente nelle domanda.

Devoluzione del contributo agli eredi del richiedente: In considerazione della finalità del contributo ed il preminente interesse pubblico ad esso sotteso l’importo del contributo spettante sarà concesso esclusivamente ai famigliari eredi che continuino a condurre l'alloggio. (L'art 6 della legge 392/78 [c.d. legge dell'equo canone] regola espressamente la successione nel contratto di locazione: "In caso di morte del conduttore, gli succedono nel contratto il coniuge, gli eredi ed i parenti o affini con lui abitualmente conviventi").

 

ARTICOLO 6 CONTROLLI

I Comuni hanno l’obbligo di effettuare controlli, anche a campione, sulle dichiarazioni rese dai beneficiari, avvalendosi delle informazioni in proprio possesso, nonché di quelle di altri enti della Pubblica Amministrazione (es. Uffici Catastali – Agenzia delle Entrate) e richiedendo nei casi opportuni l’intervento della Guardia di Finanza.

 

In caso di dichiarazione mendace ai sensi art. 75 D.P.R. n. 445/2000 il Comune è tenuto a recuperare il contributo indebitamente ottenuto, ferme restando le responsabilità penali ai sensi del art. 76 del medesimo decreto.

 

Ai fini dell'attuazione dei controlli predisposti dalle Amministrazioni comunali, il cittadino dichiara la propria disponibilità a fornire idonea documentazione atta a dimostrare la completezza e la veridicità dei dati dichiarati, ai sensi dell’art. 11, comma 6 del D.P.C.M. 159/2013.

 

ARTICOLO 7

INFORMATIVA SULL’USO DEI DATI

 

Ai sensi del Regolamento n. 679/2016, si informa che:

  • titolare del trattamento dei dati personali e responsabile del trattamento è il Comune di BISCEGLIE
  • responsabile della protezione dei dati è la Dott.ssa Annalisa Fortunato, Dirigente della Ripartizione Amministrativa e Servizi al Cittadino.

Il trattamento dei dati comunicati sarà improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti.

I dati personali verranno trattati in accordo alle disposizioni legislative della normativa sopra richiamata e degli obblighi di riservatezza ivi previsti.

 

 

Finalità di trattamento

In particolare i dati forniti verranno trattati per finalità connesse all'attuazione dei seguenti adempimenti, relativi ad obblighi legislativi o contrattuali:

  • controllo veridicità dati dichiarati;

Il Titolare rende noto, inoltre, che l'eventuale non comunicazione, o comunicazione errata, di una delle informazioni obbligatorie, può causare l'impossibilità di garantire la congruità del trattamento stesso e di conseguenza l’impossibilità di erogare il contributo.

Ai fini dell'indicato trattamento, il Titolare ed il responsabile potranno venire a conoscenza di dati definiti sensibili ai sensi del Codice della Privacy, ed in particolare:

Origini razziali o etniche Stato di salute Informazioni reddituali

I dati personali oggetto di trattamento sono solo quelli strettamente pertinenti agli obblighi, ai compiti o alle finalità sopra descritte e verranno trattati nel rispetto delle indicazioni contenute nelle relative Autorizzazioni Generali del Garante.

 

Modalità del trattamento

I suoi dati personali potranno essere trattati nei seguenti modi:

  • Trattamento a mezzo di calcolatori elettronici;
  • Trattamento manuale a mezzo di archivi cartacei.

Ogni trattamento avviene nel rispetto delle modalità di cui agli artt. 11, 31 e seguenti del Codice della Privacy.

I dati forniti saranno trattati per il periodo strettamente necessario alle finalità per cui sono raccolti. Essi possono essere conservati in modo permanente negli archivi salvo distruzione a seguito di scarto di archivio ai sensi di legge.

 

Comunicazione

I dati saranno conservati presso la sede del Comune di BISCEGLIE e saranno comunicati esclusivamente ai soggetti competenti per l'espletamento dei servizi necessari ad una corretta gestione del rapporto, con garanzia di tutela dei diritti dell'interessato. I dati saranno trattati unicamente da personale espressamente autorizzato dal Titolare e dal Responsabile ed, in particolare, dalle seguenti categorie di soggetti incaricati:

  • dipendenti del Comune di BISCEGLIE.

I dati potranno essere comunicati ai terzi:

  • Pubblicati sul sito internet dell’Amministrazione in modalità anonima, al fine di garantire il rispetto delle norme sulla trasparenza di cui alla Legge 33/2013;
  • Nell'ambito di soggetti pubblici e/o privati per i quali la comunicazione dei dati è obbligatoria o necessaria in adempimento ad obblighi di legge o sia comunque funzionale all'amministrazione del rapporto;

li, Bisceglie, data di pubblicazione

Categoria: Altri Avvisi
Settore di riferimento: Ripartizione Amministrativa e Servizi al Cittadino
Data di emissione: 09/12/2020
Inizio pubblicazione: 09/12/2020
Fine pubblicazione: 20/12/2020

Allegati

AVVISO PUBBLICO

Note: BANDO FITTO COVID19 E RELATIVA ISTANZA