Raccolta funghi: pagamento rilascio permesso.

Pagamento somma per il rilascio del permesso raccolta funghi per operatori occasionali e professionisti.

Il tutto regolato dalla:

LEGGE REGIONALE 15 maggio 2006, n. 14 (Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 61 del 19-5-2006)

“Modifica della legge regionale 25 agosto 2003, n. 12 (Disciplina della raccolta e commercializzazione dei funghi epigei freschi e conservati nel territorio regionale)” - (B.U.R. Puglia n. 99 del 29.08.2003)

(Applicazione della legge 23 agosto 1993, n. 352 e decreto del Presidente della Repubblica 14 luglio 1995, n. 376)

 Articolo 1 (Finalità)

1. La Regione Puglia disciplina, nel rispetto dei principi fondamentali stabiliti dalla legge 23 agosto 1993, n. 352 (Norme quadro in materia di raccolta e commercializzazione dei funghi epigei freschi e conservati) e dal decreto del Presidente della Repubblica 14 luglio 1995, n. 376 (Regolamento concernente la disciplina della raccolta e della commercializzazione dei funghi epigei freschi e conservati), la raccolta e commercializzazione dei funghi epigei freschi spontanei, promuovendo una cultura micologica ed ecologica al fine di tutelare la salute pubblica e per conservare negli ecosistemi vegetali i benefici derivanti dalla loro presenza difendendone la propagazione ed evitare la distruzione della specie.”.

Articolo 2 (Modalità di raccolta)

1. Sul territorio della Regione Puglia è consentita la raccolta dei funghi spontanei tutti i giorni della settimana, per specie sia commestibili che non e per quantità non eccedente i tre chilogrammi al giorno per persona d’età superiore ai quattordici anni, in possesso dell’apposito permesso di raccolta.

 Articolo 3 (Permesso per la raccolta)

1. La raccolta dei funghi è subordinata al rilascio, da parte dei Comuni, di apposito permesso, il cui modello è approvato con decreto dell’Assessore regionale alle risorse alimentari. Il permesso è rilasciato ai   raccoglitori professionali e occasionali che hanno ottenuto, da parte dei Centri di controllo micologico delle ASL, l’attestato all’identificazione delle specie fungine, a seguito di specifico corso formativo delle durata minima di dodici ore, con superamento di prove finali. Il permesso è altresì rilasciato ai possessori dell’attestato di micologo ai sensi del decreto del Ministro della sanità 29 novembre 1996, n. 686 (Regolamento concernente criteri e modalità per il rilascio dell’attestato di micologo). L’attestazione ha validità quinquennale ed è rinnovabile previo corso di aggiornamento relativamente agli aspetti normativi e tossicologici.”;

2. Si definiscono raccoglitori occasionali coloro che raccolgono i funghi per proprio consumo. Si definiscono raccoglitori professionali coloro che raccolgono i funghi per venderli al fine di integrare il proprio reddito, i commercianti di funghi e i soggetti di cui al comma 3 dell’articolo 2 della l. 352/1993.

 

 

Adempimenti

Per il rilascio del permesso raccolta funghi per operatori occasionali e professionisti, occorre versare la somma di Euro 25,00 o Euro 51,65 presso il Servizio Economato, previa formalizzazione da parte del soggetto interessato della relativa richiesta del permesso, da presentarsi presso l'Ufficio Protocollo.

Costi

- Euro 25,00 per operatori occasionali

- Euro 51,65 per operatori professionisti

Tempi

La ricevuta di avvenuto pagamento viene rilasciata dal Servizio Economato, contestualmente al versamento della somma dovuta.

Destinatari

Cittadini

Settore di riferimento

Servizio Economato e Provveditorato

Personale addetto

Dott. Giuseppe Baldini

Minerva Maria Pia

Guglielmi Patrizia

Livello di informatizzazione

Informativo. Disponibili on-line solo le informazioni necessarie per avviare la procedura che porta all'erogazione del servizio

Livello di informatizzazione futura

Informativo. Disponibili on-line solo le informazioni necessarie per avviare la procedura che porta all'erogazione del servizio

Tempi di attivazione del servizio online

Non appena possibile, in base alle disponibilità di bilancio, alle limitazioni imposte dalla spending review e a quelle necessarie per rispettare il patto di stabilità, verrà quantificato il tempo necessario per l'attivazione del servizio on line del presente procedimento.

Data di aggiornamento scheda

21/04/2013